Punto di non ritorno

Punto di non ritorno

Due anni fa scrivevo questo post. Quello è stato il tempo in cui per la prima volta una ghiandaia ha scoperto i nostri lecci. Da allora è tornata ogni autunno per venire a fare, in un luogo chissà quanto lontano dal proprio habitat, la sua raccolta. Ieri poi, uscendo da casa ho visto che erano in tre sul leccio più grande e ho capito così che la voce si era sparsa. Il pensiero che mentre io scrivo davanti a questo schermo, o vivo comunque la mia vita di ogni giorno, ci siano questi meravigliosi messaggeri azzurropennati che raccolgono ghiande e le seppeliscono in giro per il territorio mi da grande gioia e serenità.

adoraincertablog

I potenti della terra (li chiamano così) sono riuniti a Parigi per l’ennesima conferenza sul clima. Tutti concordano: “sono in gioco le sorti del pianeta“. La notizia, che leggo sul sito di Repubblica, non è lampeggiante né fissa come primo titolo. Anzi, per essere precisi, si trova in nona posizione subito dopo quella che riguarda il blocco del sistema informatico della Regione Siciliana (altra questione dalla quale dipendono le sorti del nostro pianeta). La Repubblica titola: “è l’ultima possibilità per salvare il clima” e mette la notizia al nono posto??? Non ho il coraggio di andare a vedere cosa (e a che posizione) dicono le altre testate giornalistiche. Non mi sembra di vedere masse in corteo né sommovimenti di popolo per le strade.

Solo qualche mese dal Blog su L’Ora scrivevo:

View original post 561 altre parole

Annunci

Parole in corsa

Parole in corsa

Quasi due anni fa, all’inizio del mio blog, pubblicavo questo racconto. E’ un racconto al quale sono particolarmente affezionato e che mi è valso la vittoria di un abbonamento dell’AMAT (allora la municipalizzata che gestiva i trasportu pubblici a Pelrmo) che non ritirai mai.

adoraincertablog

Nel 2004 ho partecipato ad un concorso letterario bandito dalle municipalità dei trasporti di varie città italiane dal titolo “Parole in Corsa“, vincendo la selezione siciliana con il racconto “Bussola Dietro” (titolo questo che devo completamente al mio amico Marco Pomar il quale rappresenta per me e per tante ragioni “un esempio” e che ritornerà spesso in questo blog). Il racconto, impreziosito in questa sua nuova sede da un “commento artistico” di mio figlio, lo trovate a seguire…

View original post 792 altre parole

Nuvole sulla Punta del Rais

Nuvole sulla Punta del Rais

Un anno fa scrivevo questa poesia. Io non lo so perché ma a me piace tanto. E adesso che sono due giorni che il cielo, meraviglioso, ci regala nuovamente pioggia che ci pare sopiosa (magari non lo è ma al nostro cuore inaridito sembra così) io voglio riproporla per chi avrà voglia di leggerla o di rileggerla.

adoraincertablog

Un tempo sospeso. Uno scenario che si offre alla vista in una mattina fuori dal tempo. La contemplazione che produce subito ispirazione. Un correttore di word che mi consente di evitare strafalcioni con tutte queste parole in “gia”.

View original post 63 altre parole

Fra la sorgente e la foce

Fra la sorgente e la foce

Mio Adorato come è la sorgente a 11 anni di distanza?

Te lo chiedo perché io non me lo ricordo più. Oppure ero troppo impegnato a sopravvivere in quel tempo e non mi sono soffermato a guardarla, a viverla, con l’attenzione dovuta.

Come è la sorgente Mio Adorato? E’ come l’immagino?

Il capelvenere a carezzare i bordi della polla? E il granchio di fiume che la corteggia e la blandisce? Continue reading “Fra la sorgente e la foce”

Oggetto: la mia vita

Oggetto: la mia vita

Nel giorno del mio compleanno pubblico nuovamente uno strano post di qualche tempo fa. Altre parole oggi non riesco a trovare.

adoraincertablog

La presente per comunicare alle SS.LL. che è convocata, in data e luogo da destinarsi, una Conferenza dei Servizi le cui risultanze avranno per me effetti immediati ed irreversibili.

Hanno già garantito la loro presenza il mio cuore e la mia anima, mentre non ho ritenuto oppurtuna convocare il mio stomaco, al momento impegnato a dirimere altro contenzioso ad esso da me demandato.

Diventa a questo punto per me inderogabile sapere: se voi, Papà, Nonno, ci sarete. Devo subito invitarvi a non proporre l’invio di delegati che in nessun caso possono adempiere al mandato a voi conferito e a ratificare, in conclusione, le risultanze della suddetta Conferenza.

View original post 404 altre parole