Se questo non è un uomo

Se questo non è un uomo

I canadair si incrociano sopra casa mia come impegnati in una danza macabra. La temperatura è salita di 7 gradi nell’ultima ora, l’umidità è diminuita del 40% nello stesso lasso di tempo.

Un incubo di rumore, vento, calore smisurato opprime il mio cuore, mentre il mio cervello continua a funzionare.

Leggo la notizia secondo la quale a dare inizio all’incendio, che ha devastato nei giorni scorsi i boschi attorno a Messina, sono stati tre minorenni. Continue reading “Se questo non è un uomo”

Questo pianeta è il mio pianeta

Questo pianeta è il mio pianeta

Mi dispiace dirvelo ma questo pianeta è mio, non è vostro.

Vi stupite? E perché?

Avete mai trascorso una notte sotto le stelle, con la guazza che vi si condensa addosso, e il cielo che ruota su di voi raccontandovi storie di carri e cavalieri, di regine coronate e di antiche prove arabe? Vi siete poi svegliati all’alba all’improvviso, con gli uccelli che cominciavano a cantare tutti assieme, come a volere fare uno scherzo a quel povero essere umano rattrappito nel suo sacco a pelo, come a volere salutare il sole mai stanco di baciare la terra? Continue reading “Questo pianeta è il mio pianeta”

Cassandra

Cassandra

Mi dispiace vestire i panni di Cassandra. Di mio sarei una persona positiva, ottimista di natura, uno di quelli che si sveglia la mattina carico di entusiasmo e con il sorriso sulle labbra.

Da qualche giorno il sud dell’Italia sta bruciando. Ha cominciato la mia isola (sappiamo sempre essere i primi nel peggio) e adesso cominciano ad arrivare notizie di roghi devastanti dalla Campania, dalla Puglia, dalla Calabria.

Che cosa mi stupisce di tutto ciò? Mi stupisce lo stupore della gente. Continue reading “Cassandra”

La raccolta differenziata, la privacy, il Viagra e Borges

La raccolta differenziata, la privacy, il Viagra e Borges

Lo devo ammettere: io vivo a Carini. E a Carini fino a due anni fa c’era un problema di gestione dei rifiuti che sembrava insolubile. Poi ci sono state le elezioni. E le elezioni le ha vinte un Sindaco che è pure del PD (ma si può dire oggi?). Ed è pure il Sindaco che ho votato io.

Bene, da due anni Carini (almeno da questo punto di vista) è un paese normale. Abbiamo la raccolta differenziata porta a porta che funziona! Stento quasi a crederci. Eppure è così. Ancora una volta le cose si dimostrano più veloci da risolvere di quanto non sembrasse prima, magari non facili ma veloci si.

Ogni mattina quindi cosultiamo il nostro foglietto con i turni della raccolta come si farebbe con il manuale di un’astronave o con i vaticini di Nostradamus, e ci apprestiamo a comporre il contenitore con il giusto assortimento di rifiuti. Continue reading “La raccolta differenziata, la privacy, il Viagra e Borges”