Passi di danza

Passi di danza

Quando chiedevano a Primo Levi cosa avrebbe voluto fare nella vita se non avesse fatto il chimico e lo scrittore, lui rispondeva che per quella vita era andata bene così ma se avesse avuto una seconda vita allora avrebbe voluto fare il ballerino.

Troppe cose fanno di me un uomo diverso da Primo Levi. Non ho per esempio la sua corporatura che anche nella sua prima vita avrebbe secondo me fatto di lui un ottimo ballerino. Continue reading “Passi di danza”

Annunci

L’ultima recita

L’ultima recita

Ci siamo alzati tutti assieme per applaudire.

Un gesto oramai abusato diventava un gesto necessario perché se non lo avessimo fatto non avremmo potuto vederli, piccoli come erano.

Mi sono alzato per applaudire con le lacrime agli occhi, come mi avete abituato in questi otto anni trascorsi assieme, lungo questo percorso. Continue reading “L’ultima recita”

La solitudine dell’agricoltore

La solitudine dell’agricoltore

E poi arriva il giorno in cui rientro a casa dall’orto con un paniere pieno di fagiolina (noi qui non li chiamiamo fagiolini…avrà a che fare con la storia delle arancine?).

Vera quasi sempre dice: “ma come…è già pronta?”. Poi quella sera la bolliamo e la magiamo ancora prima di sederci a cena, così senza condimento, un baccello alla volta.

Al Piccolo piace molto, il Grande come sempre mangia e non esprime giudizi, e quel giorno comincia l’estate. Continue reading “La solitudine dell’agricoltore”

L’addormentato del presepe

L’addormentato del presepe

Chi mi conosce sa della mia grande passione per il Presepe.

E’ il mio rito famigliare per eccellenza che mi accompagna da quando sono nato.

Amo tutto quello che lo riguarda. I preparativi, gli acquisti anticipati, il progetto dell’anno, i personaggi e gli accessori che lo compongono.

Eppure fra i personaggi ce ne è uno che non mi piace per nulla e che, infatti, non è presente nel mio presepe. Continue reading “L’addormentato del presepe”