La rivoluzione non si improvvisa

La rivoluzione non si improvvisa

Quando certe cose tornano, dopo quasi 50 anni, forse vale la pena scriverle e condividerle.

Figlio di insegnanti considero la scuola pubblica uno dei miei valori non negoziabili.

Figlio di insegnanti e frequentatore di tutte le scuole più improbabili della già improbabile città di Palermo (scuole nelle quali più che lo spirito di adattamento era necessario lo spirito di sopravvivenza) ho imparato negli anni a riconoscere ed apprezzare tutti gli aspetti positivi della scuola pubblica, ma allo stesso tempo ad enfatizzarne quelli negativi. Continue reading “La rivoluzione non si improvvisa”

Una cosa intima e scintillante

Una cosa intima e scintillante

Cesare misura il mondo a palmi. La mano è il suo organo principale, il tatto il suo senso. Cesare è cartina tornasole, spreme una goccia dell’universo e osserva come cambia il colore della sua mente, del suo cuore, della sua anima.

Ha bisogno di sperimentare tutto, il grosso di quelle che scambiamo per monellerie sono in realtà esperimenti mal riusciti, effetti collaterali del suo mettere continuamente alla prova l’ambiente circostante, vibrazioni prodotte dal suo entrare in relazione con esso.

Lui fa quel che può, se dice “no” (e lo dice spessissimo) è solo perché non ritiene di potere mantenere l’impegno che gli si chiede di prendere, perché non pensa di potere resistere all’attrazione del rischio, alla sirena dell’esplorazione, al richiamo della gravità e di tutte le forze che riguardano questa nostra parte di universo, nel gioco delle quali lui è quotidianamente coinvolto. Continue reading “Una cosa intima e scintillante”

Per esclusione

Per esclusione

Zaccheo, 10 anni, desidera sopra ogni altra cosa dormire con noi.

Ieri percorevamo la nostra solita “esse“, impegnati nella nostra passeggiata serale.

Zaccheo schiarisce la voce (segno che sta per dirmi qualche cosa di importante e di disperato, per quanto riguarda il risultato) ed esordisce: “ma perché stasera non dormiamo io, tu, Mamma e Cesare, tutti assieme…abbracciati…e coperti con il piumone nel vostro lettone”. Continue reading “Per esclusione”

Il capitolo segreto

Il capitolo segreto

Il territorio può essere letto in molti modi. Ognuno di noi possiede molteplici chiavi di interpretazione prodotte dalla propria esperienza, arruginite dai preconcetti o ben oleate dall’amore per l’universo.

Il territorio può essere letto in molti modi e ho trascorso una settimana a rileggere un luogo che negli anni ho avuto la fortuna di rileggere tante volte, i cui capitoli mi sono noti, da quelli più famosi a quelli più sconosciuti. Continue reading “Il capitolo segreto”