Sono in auto fermo al semaforo all’incrocio fra via Dante e via Filippo Parlatore. Davanti a me una Renault Megan nera. Alla guida c’è una signora che balla al suono di una musica che non sento. Nel sedile posteriore quella che suppongo essere sua figlia, un po’ sovrappeso, capelli corti. occhialuta. Balla anche lei.

Io ho nel portabagagli una scatola di legno rosa con dentro una piccola famiglia di api che ho prelevato fra i minuscoli datteri di una palma nana in un cortile di via Divisi. Su di me un cielo di maggio opera di un tardo John Constable in stato di grazia. La radio, dalle frequenze di “radio cuore ricorda”, manda in onda “attimi” di Gianni Togni.
Avete mai sentito nulla che assomigli più di questo alla felicità?

3 pensieri su “Attimi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...