Per similitudine

Per similitudine

Sono giorni in cui le strade del luogo dove vivo sono fiancheggiate da interminabili mucchi di spazzatura. Non è una novità. Mi verrebbe quasi da dire che ci siamo oramai abituati, se non fosse che io almeno non riesco mai ad abituarmi, un po’ come “Walter” nell’omonimo racconto di Michele Serra, non voglio ne posso accordare il mio consenso.

Resta però il fatto. Resta il comportamento suicida e colpevole della maggior parte delle persone che vivono su questa isola, restano bambini che non conoscendo l’alternativa sana e naturale a tutto ciò cominciano a sviluppare dentro di loro la convinzione che questa situazione, i rifiuti che riempiono le strade, sia il loro ambiente naturale. Continua a leggere “Per similitudine”

Walter

Walter

C’è un racconto di Michele Serra che amo più degli altri. Si intitola “Walter” ed appartiene alla raccolta “Il nuovo che avanza“.

Il racconto ha tanti ingredienti che me lo rendono così caro. L’essere dedicato a Walter Bonatti (come dichiara il titolo stesso) che è stato uno dei miei miti giovanili. Il trattare il tema della pazzia. Il contrapporre al disagio mentale provocato dai (non) valori espressi dall’ambiente urbano, una possibile via di salvezza (di fuga direbbe qualcuno)  che passa soltanto attraverso il riappropiarsi di una dimensione naturale dell’esistere e del vivere.  Continua a leggere “Walter”