Non ho fretta di andare

Non ho fretta di andare

Non ho fretta di andare,

mi preme, semmai, restare con voi

il più a lungo possibile.

Per un poco sul richiamo del sentiero

prevarranno gli agi della casa

e il privilegio della compagnia.

Vi sarò grato se vorrete offrirmi un pasto

e voi sapete che soprattutto prediligo

il pane, la frutta e l’acqua.

Vi sarò grato se vorrete darmi

la possibilità di un bagno

ovunque raccoglierete acqua sufficiente per immergermi.

Vi sarò grato se, per una notte,

vorrete destinarmi un giaciglio sul quale stendermi

per il tempo breve di un sogno, di una preghiera e di un verso.

Per quando avrò capito

Per quando avrò capito

Quando ti sembrerà che avrò capito
per favore, lasciami ancora un minuto
per assaporare l’assoluta meraviglia
di ciò che hai creato.
Lo so che c’è una lunga lista d’attesa,
lo so che poco è il tempo e poco lo spazio,
ma quando finalmente avrò capito
lasciamene ancora un poco
per provare a spiegare a qualcuno,
per dare ancora uno sguardo ai miei,
per un altro bagno al Gorgo o al Sosio,
per un pomeriggio con chi amo
trascorso in cose da niente
mentre faccio ancora finta
di non avere capito.

Ti ritrovo sempre

Ti ritrovo sempre

Ti ritrovo sempre Padre
nelle venature sottili della foglia
che traspaiono al sole.
Ti ritrovo sulla soglia del giorno
con le tue mani di luce spalancate

ad offrirmi di nuovo la speranza.
Ti ritrovo nella stanza dei bambini
nella quale al mattino mi immergo
nel profumo che la notte ha raccolto.
Con te Signore mi ritrovo alla sera

e il vento delle tua voce ascolto,
e ti racconto del mio giorno,
e scambiamo poche intime parole

che alcuni chiamano preghiera.

Preghiera della breve sosta

Preghiera della breve sosta

Signore delle domande senza risposta,

se mi hai mandato giù per capire qualche cosa

alla fine io credo che qualche cosa la ho capita.

Si tratta di cose piccole:

qualche ago di bussola per non perdermi nella notte,

un paio di lezioni che ho ricevuto dalla vita e che non dimenticherò,

come funziona la bilancia che ti dice senza errore

il peso esatto delle cose. Continua a leggere “Preghiera della breve sosta”

Clupea harengus

Clupea harengus

Dio Padre, signore dei mari e di tutte le creature che in essi vivono, oggi voglio elevarti una preghiera e un ringraziamento per una di esse in particolare.

Ti ringrazio per avermi donato l’aringa dorata.

Lo so, lo so quello che stai pensando: tu l’aringa dorata non me l’hai donata, semmai l’hai donata a se stessa perché riempisse i mari nordici del nostro pianeta e in essi intrecciasse trame di tuffi e scatti repentini, di rincorse amorose e fughe spericolate. Continua a leggere “Clupea harengus”

Liturgia delle ore

Liturgia delle ore

Ti sono grato Signore, per la prima ora del giorno.

Quella in cui gli uccelli, tutti assieme, esplodono nel loro canto.

Quella in cui lontani sembrano i fantasmi della notte,

e il cuore si offre pulito alla gioia di un mattino nuovo.

Quella in cui mi consenti di attraversare due bioregioni,

e oltre il tunnel, ogni giorno, trovo intatto l’astro che mi abbraccia e riscalda, chiunque io sia. Continua a leggere “Liturgia delle ore”