Preghiera per il figlio

Preghiera per il figlio

Deve essere cominciato già stanotte. O forse ieri, mentre ballavamo, e mi attorcigliavo in improbabili passi di danza con questo mio ragazzo che fino a poco fa era ancora un bambino.

Un po’ di zucchero deve averlo aggiunto la marmellata di fichi che ho mangiato a colazione, poi ha cominciato a crescere da solo. C’era lievito e non importava da dove veniva. Continua a leggere “Preghiera per il figlio”

Da 1 a 10

Da 1 a 10

Voi due siete cugini. Di questa “cuginanza” tipica della nostra famiglia dove ai geni abbiamo sempre preferito i sentimenti, al sangue l’identità che deriva dall’avere condiviso pasti, abiti, riparo, valori.

E l’Universo queste cose le sente e le restituisce in termini di coincidenza, mette in fila i numeri che per qualcuno sono l’alfabeto che esso usa per parlarci.

Dieci anni tu, Mio Adorato, e uno Anna, la tua “cugina” più piccola. Continua a leggere “Da 1 a 10”

A Mia Madre

A Mia Madre

Mia madre mi ha accompagnato per le prime 10 estati della mia vita. Poi è andata via. Per alcuni anni non è più stata con me. Non c’era più.

Poi è tornata. Ma aveva un volto e una voce diversi. Aveva un nome diverso: prima si chiamava Graziella e poi Silvana. Anche il suo carattere era diverso e non è stato facile accettarla, non è stato facile riconoscerla. Continua a leggere “A Mia Madre”

Lettera ad un figlio (che è nato)

Lettera ad un figlio (che è nato)

Caro Zaccheo, Mio Adorato,

in questi giorni il mio amico Marco ha scritto una lettera aperta intitolata “Lettera ad un figlio non nato“. E’ una lettera che mi ha ammutolito. Per un po’ di tempo fuori e dentro di me è calato il silenzio. Adesso, dopo diverse ore, sento forte il bisogno di parlare. Qualcuno, commentando la lettera di Marco, ha detto che forse Marco ha scritto questa lettera prima di tutto a se stesso. Ed io? A chi la sto scrivendo? Quale è l’indirizzo che sto mettendo sulla busta? Continua a leggere “Lettera ad un figlio (che è nato)”