Una mattina perfetta

Se devo immaginarmi

una mattina perfetta

mi piace immaginarla così,

com’è oggi.

Nuvole belle

a fare bello il cielo,

nuvole d’ogni foggia

che curiose il cielo interrogano:

“Adesso il sole?”,

“Adesso la pioggia?”.

E poco fa, né più né meno,

il cielo rispose:

“vorrei adesso l’arcobaleno”.

Parti

Parti

Recupero questa poesia da un tempo molto lontano. Quando la condivisi, in quel tempo, con alcuni amici (!!!) ottenni in cambio una notevole quantità di risate. Posso capirlo, posso capirli.

Eppure per ragioni che sono misteriose anche per me devo dire che questa poesia mi è particolarmente cara.

E se poi dovesse andare proprio male servirà quanto meno a riabilitare le “scie chimiche”. Continua a leggere “Parti”

Questo pianeta è il mio pianeta

Questo pianeta è il mio pianeta

Mi dispiace dirvelo ma questo pianeta è mio, non è vostro.

Vi stupite? E perché?

Avete mai trascorso una notte sotto le stelle, con la guazza che vi si condensa addosso, e il cielo che ruota su di voi raccontandovi storie di carri e cavalieri, di regine coronate e di antiche prove arabe? Vi siete poi svegliati all’alba all’improvviso, con gli uccelli che cominciavano a cantare tutti assieme, come a volere fare uno scherzo a quel povero essere umano rattrappito nel suo sacco a pelo, come a volere salutare il sole mai stanco di baciare la terra? Continua a leggere “Questo pianeta è il mio pianeta”