A sua immagine e somiglianza

Discreto è l’universo.

Impone il veto,

imprime il verso,

è l’inverso dell’inutile dire,

dell’inutile sentire.

Spire distende

in rette parallele,

vele sospinge

fatte di stelle,

solo quelle e a stento.

Allora diventa vento.

Del cimento non è sazio

e alla pace anela.

La sua via è danza,

silenzio il suo canto.

La pioggia, le pagine di un libro,

io che scrivo questa poesia

nella mia stanza,

tu che con la vita mia

suggelli un patto.

Tutto ciò è fatto

a sua immagine e somiglianza.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...