Oppure tutto

Voglio tornare a casa,

fatemi tornare a casa,

adesso, non più tardi,

non stasera, adesso.

Imboccheremo lo svincolo

di tutte le scelte non fatte,

e percorsa la rampa

delle mie incertezze

caracolleremo sulla stessa strada

che abbiamo fatto all’andata.

Tu Grande apri il cancello

con le mie chiavi,

tu Piccolo prepara

la coperta che sai,

quella con i disegni celesti.

Saremo macco umano

sul divano che guarda verso la pioggia.

Siate per me grotta, e cupola,

e fiume di baci e parole.

E sussurratemi nelle orecchie,

una per ognuno,

ché io capisca finalmente,

che non c’è niente di brutto.

Oppure tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...