Un po’ più in alto dell’abisso,

un po’ più in basso della cima

e la rima che al verso da valore.

Il mio tesoro è li dove sta il mio cuore.

La sorgente a placare la sete,

il fiume che ti carezza i piedi

e tu che siedi sul confine delle ore.

Il mio tesoro è li dove sta il mio cuore.

I bambini nel cono di uno sguardo,

gli occhi che non smettono di vedere

e colme le sere dei nespoli l’odore.

Il mio tesoro è li dove sta il mio cuore.

Un sentiero coperto d’erba,

l’alba che mi coglie fra le canne dell’orto

e quel porto antico dove il giorno muore.

Il mio tesoro è li dove sta il mio cuore.

L’abbraccio della notte, quello del mattino,

l’abbraccio inatteso che giunge a curare

e legare con la rafia l’albero al tutore.

Il mio tesoro è li dove sta il mio cuore.

2 pensieri su “Il mio tesoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...