Dove alloggia la divinità
oggi cresce un orto
e poggia al centro
dei miei pensieri,
ieri non c’era
ed oggi c’è.
Non è un vezzo,
non un passatempo,
esso è un pezzo di questo
mio schivo stare al mondo,
è una ragione
che do al mio essere vivo,
è una stella di terra
e clorofilla
e di ciò la divinità
(si, sempre quella)
io lo so, si compiace.
Alla tua dimora Signore,
con buona pace dei cittadini,
oggi ho cambiato un po’ la foggia,
e tu, sempre incline al perdono,
un dono grande mi hai fatto:
Il mio orto hai benedetto
con la pioggia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...