• Il sole illuminò il mattino sulle città desolate.
  • L’estate, nonostante l’indifferenza della gente, ancora una volta si preparò con cura.
  • Sulla paura degli uomini si stese dolce la notte.
  • Sulle loro lotte soffiò gentile il vento.
  • Per un momento, un momento solo, la pioggia batté forte sui timori.
  • Alla morte rispose la neve che della morte non sapeva nulla.
  • Sulla culla vuota scese la nebbia gentile.

Da file di idee contorte pendono adesso

le voglie secche dell’uomo.

  • Il fiume carezza e bagna la pianura,
  • nella calura trema la campagna,
  • le foglie cantano cullate dalla brezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...