Un’ora nel mondo selvaggio

Per godere di quell’agio

Che è dell’airone maggiore,

che è del faggio resistente

Nel clamore della tempesta,

Della testa del gufo che si gira

E ti osserva.

Serva del tempo è la vita dell’uomo

Che del tuono non sa più gioire,

Né ambire ad essere

Una nuovamente

Con il serpente e con la luna.

La duna oggi ci ha insegnato

In quell’ora di magia,

Immersi nella rabbia del vento,

Che all’entropia del mare

Quando le sue onde sferra

Non si cede un solo granello di sabbia

Perché il senso del vivere sta

Nell’aggiungere terra alla terra.

2 pensieri su “Nel mondo selvaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...