Al mio amico Vincenzo nel giorno del suo compleanno.

L’uomo dell’anno dopo

Il mio amico vive nell’anno dopo.

Il mio scopo è raggiungerlo ogni volta.

La divinità mi ascolta e già quarantatre volte

accolte ha le mie preghiere e per questo ancora gli cammino accanto.

Di tanto mi precede e un po’ avanti,

alcuni istanti innanzi, avanza ad esplorare la strada.

Prima che cada mi avverte del crepaccio,

e del laccio mi avvisa ché il piede non poggi.

Da oggi nuovamente mi precede

e vede me che arranco,

che stanco lo inseguo sui sentieri di aprile, maggio, giugno, luglio, agosto.

Ma c’è un posto, io lo so, dove ogni anno siede e mi aspetta.

Senza fretta, come posso, per come impone la stagione,

con il fiatone e il cuore che singhiozza

in quella pozza di luce lo vedrò dove mi aspetta sempre,

per ritrovarci ancora, in un giorno di settembre.

Annunci

2 pensieri su “L’uomo dell’anno dopo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...