Oggi il mio amico Marco Pomar sulla sua pagina propone una riflessione sul fatto che in non so quale bar di Cracco l’acqua si paghi 10 euro a bottiglietta.

Scandaloso, ma li ognuno ha la libertà di accettare ed essere parte dello scandalo oppure andare al supermercato e comprare la stessa bottiglietta a 10 centesimi.

Lasciatemi proporre allora questa controriflessione. Come la mettiamo con l’acqua negli aeroporti?

3 euro per una bottiglietta che tu magari ti eri portato da casa e che ti hanno costretto a lasciare al controllo di polizia senza poi metterti a disposizione (passato il controllo) una fontanella dalla quale bere.

Cracco ti propone una scelta e tu decidi liberamente, ma in questo caso ci troviamo davanti al gestore di un servizio pubblico che ti costringe ad un esborso sproporzionato a fronte di un bisogno primario di cui lui ti ha negato la soddisfazione.

Io non conosco alcuno che si scandalizzi per questo.

2 pensieri su “Bisogni primari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...