David Le Breton racconta che tra i Tuareg Kel Ferwan e i loro vicini delle porte di Agadez, la conversazione è, in certe ore, un’arma contro i pericoli del silenzio. Nel deserto vivono “quelli dell’esuf“, esseri nefasti che abitano i luoghi intrisi di solitudine. Particolarmente propizia al loro apparire è la notte, insieme al crepuscolo, quando il mondo loro familiare si trasforma in un altro ben diverso.

Questi esseri rendono muti o folli coloro che incontrano e non sanno proteggersi dalle loro insidie. Le situazioni in cui appaiono particolarmente minacciosi sono quelle in cui domina il silenzio. Un uomo cade nell’esuf se è solo di sera o di notte, lontano dai suoi, in preda alla tristezza o alla melanconia di un luogo desolato.

L’unica salvezza sta nello scambiare parole con altri uomini. La conversazione scorrevole scongiura le perfide manovre di quei terribili esseri. La leggerezza del linguaggio, l’insignificanza dei discorsi non costituisce un ostacolo. Ci se ne scusa con una formula banale: “tanto per scacciare l’esuf” – come dire “tanto per parlare”.

E così, amici miei, ieri è stato bello trascorrere del tempo con voi. E’ stato bello offrirsi al maggio in una giornata gloriosa, senza pretese, senza altra poesia se non quella che il cielo e il profumo dell’aria ci offrivano gratuitamente. E’ stato bello condividere il cibo, prendersi cura dei bambini, e parlare di nulla “tanto per scacciare l’esuf”.

Annunci

6 pensieri su “Tanto per scacciare l’esuf

  1. Quelli dell’esuf non vivono solo nel deserto, ce ne sono moltissimi in questo nostro mondo, dove al sovrappopolamento delle città impazzite si sovrappone la solitudine della singola persona. Io ne so qualcosa. Ieri, per mia fortuna, un’inaspettato incontro mi ha aiutato a scacciarli per qualche ora. Complimenti per questo bell’articolo, interessante fonte di informazione e ottimo spunto di riflessione.

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...