Stiamo bevendo il succo della nostra terra. Lo stiamo facendo letteralmente. Andiamo in giro, durante le nostre escursioni, con un paio di cassette piene di bottiglie nella nostra automobile e ad ogni sorgente le riempiamo per poi portarle a casa.

Ogni luogo ha una storia: il bosco cambia a secondo della quota, diverse sono le rocce nei vari luoghi della mia isola, animali diversi abitano ambienti diversi.

Poi c’è l’acqua che quando cade dal cielo è tutta uguale. Una coltre, una bolla, una lente di meravigliosa acqua distillata che piove generosamente e democraticamente su tutta l’isola.

E quando tocca terra, quando si incontra con la crosta, quando smette di essere atmosfera per congiungersi alla geosfera, allora diventa altra, diventa diversa.

E poi ancora penetra il suolo, dove può, dove le abbiamo lasciato spazio. Penetra e scorre, penetra e scorre. E si contamina, si arricchisce, scioglie, dissolve, solubilizza.

Compie un viaggio lungo a volte, altre più breve. Conosce le profondità della roccia oppure non lascia mai la superfice.

Ovunque ricompaia, in tutti i luoghi nei quali decida di riapparire, li ci siamo noi che l’aspettiamo con le mani a coppa, con le bocche spalancate, con le nostre bottiglie.

Mentre il sole cala siamo al Ponte Tredici Luci, dove il Sosio si allarga per diventare Verdura, a specchiarci nell’acqua limpida del bevaio. E riempiamo bottiglie e pance, ci schizziamo a vicenda, a volte stiamo solo in silenzio a vivere assieme quel momento in cui le mani ci si gelano immerse in quel cristallo liquido.

Ogni volta che ci passiamo non possiamo non fermarci alla fonte di Campofiorito, dove pesci serafici nuotano per la gioia e la curiosità dei bambini.

Beviamo il succo delle Madonie alla fonte di Polizzi o a quella, un po’ più in basso, di Donna Lavia.

Raccogliamo l’estratto pesante che stilla dalle sorgenti di Capaci o di Montelepre.

Raccogliamo l’acqua che, dopo un lungo percorso fra le rocce di Monte Genuardo e le argille della piana, ci donano a Contessa Entellina.

Riempiamo le nostre borracce all’acqua Menta, all’acqua Latte, sulla cresta dei Peloritani e lasciamo poi che compia un’altro breve tratto del ciclo dentro di noi, mentre distesi sull’erba novella guardiamo le nuvole che giungono dal Tirreno per poi, mansuete, scendere verso lo Ionio.

Beviamo questa terra, ogni giorno la beviamo. Proprio quest’acqua, non acqua che arriva da lontano, non acqua di altri luoghi. L’acqua che impregna questa terra, l’acqua che la racconta, che l’attraversa, che la pervade, che la percorre.

Beviamo quest’acqua e di essa ci deliziamo ogni giorno che trascorriamo su questo pianeta, su quest’isola.

Annunci

9 pensieri su “Sorgente, Primavera, Molla

    1. E’ veramente quello che facciamo….credo di avere con il nostro pianeta un vero e proprio rapporto d’amore, un po’ come con la donna che si ama. Se dovessero chiedermi cosa mi piace di più della donna che amo direi “i suoi occhi e le sue mani”, se dovessero chiedermi che cosa è la cosa che mi piace di più del mio pianeta direi “il ciclo dell’acqua”.

      Liked by 1 persona

      1. Cara Isabella è bello davvero anche perché alla fine una è l’acqua e uno è il ciclo e di sicuro qualcuna delle molecole d’acqua che tu hai bevuto da quella fonte, qualche anno prima o qualche anno dopo l’avrò ribevuta io da qualcuna delle mie fonti…e tutto continua…panta rei.

        Liked by 1 persona

  1. Questo tuo articolo mi ha portato ai ricordi dell’acqua fresca ,che scende a cascata nella Val di Genova nelle Dolomiti del Brenta. Bellissimo poter unire queste tue visioni con le mie. Un abbraccio. Isabella

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...