Pochi sensori tattili per sfiorarti la guancia,

gli occhi socchiusi affinche la tua luce impressioni solo alcuni bastoncelli e pochi coni.

Infinitesimali prodotti chimici per un tragitto breve a solleticare rari pedicelli del mio naso,

un orecchio pressato sul cuscino e l’altro orientato verso il soffitto della camera bastano appena per cogliere il tuo respiro sottile.

E un giorno nuovo e minuscole devono essere le sollecitazioni che mi giungono da te perché poco è il tempo prima che la realtà irrompa in questa nostra stanza di legno.

Perché sia io il solo che possa riconoscerle lasciando la bestia della pena quotidiana assopita ancora per un po’.

Poi arrivano rumori più forti, la pioggia batte contro i vetri, i pensieri tentano di forzare le paratie del tempo sospeso e io so che la lentezza non è più moneta corrente e devo fare in fretta.

Allora ti prendo il viso fra le mani e ti bacio forte forte, e tutto arriva assieme ed è intenso e mi scombina l’anima.

E tu che non sai apri i tuoi occhi belli su di me.

Buon giorno Amore Mio.

Annunci

6 pensieri su “Buon giorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...