Giorni fa hanno chiuso le sorgenti del Bacino Fluviale all’interno del quale vivo. L’ordinanza dei sindaci parla di una carica microbiologica troppo alta. Niente altro.

Questa notizia, più di ogni altra, mi ha dato la sensazione che il cambiamento climatico sia un fatto sempre più reale, concreto, presente nella nostra vita di ogni giorno.

Un inverno che non riesce più ad abbattere la carica microbiologica di un ambiente  vuol dire che “siamo tropici”, o comuqnue che in tropici ci stiamo lentamente trasformando.

Il livello macroscopico è la scomparsa della zona anticiclonica, il livello microscopico è questo.

Anche per questo, in questi giorni, vivo con gioia l’arrivo del freddo e della neve. Magari i microorganismi saranno costretti a cercare rifugio in esseri caldi, umidi ed accoglienti quali noi siamo, ma abbandoneranno le nostre acque.

Potrò così tornare, nelle sere di un inverno vero, con le mie bottiglie, alla Sorgente Santa Rosalia. Magari pioverà, perché il ciclo è complesso, magari sarà buio, sono certo però che il mio cuore sentirà che l’inverno ha fatto il suo lavoro, che il filtro roccioso dei monti e il gelo hanno compiuto ancora una volta il miracolo.

A valle del percorso intrapreso in un tempo imprecisato e continuo l’acqua avrà fatto nuovamente dono di se all’uomo, e l’uomo nuovamente non se ne sarà accorto.

Annunci

9 pensieri su “Il Filtro e il Gelo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...