Quando ci si comincia ad inoltrare veramente sul sentiero dell’età si colgono sempre più spesso segnali che ci dicono: “stai invecchiando”. All’inizio si tratta solo di falsi allarmi.

Marquez dice che il primo segnale da prendere veramente in considerazione è quando ci si accorge, magari una mattina guardandosi allo specchio, che assomigliamo a nostro padre (questa vale naturalmente per gli uomini).

Io credo però che in questo senso c’è un solo segnale che sia veramente inconfondibile: ci rendiamo conto di stare diventando vecchi quando ci accorgiamo che attorno a noi i nostri eroi cominciano a morire.

Annunci

26 pensieri su “La morte degli Eroi

      1. In un certo senso, in un altro no. E’ che ho avuto degli eroi da ragazzina ma erano già morti da tempo (tipo Salvo d’Acquisto e Che Guevara, per fare due esempi anche abbastanza contrapposti, se vuoi). Forse mi sono resa conto che stavo invecchiando più quando ho cominciato a capire che avevo qualche problema con “tutti” gli eroi. O meglio, forse non fanno più parte del mio immaginario. Come sai ho dei punti di riferimento, ma pur apprezzando moltissimo il (una qualche forma di) coraggio, li definirei tutto tranne che eroi e l’eroismo non mi attira più molto. Mentre lo adoravo quando ero giovane. per cui… 😀

        Mi piace

          1. Sì, in quel senso lo capisco bene, da una parte. Anche quando ammiravo gli “eroi” (in senso stretto, diciamo) erano sempre eroi un po’ particolari, “miei”, diversi da quelli “veri”, o almeno mi piace crederlo. E adesso… sì, anche dentro di me, ho più mezze misure forse, più sfumature. Ma persino la parola, anche utilizzata in senso personale, la sento appartenermi di meno. Fermo restando che di fari nella nebbia ne ho sempre molto bisogno e quelli restano eccome, da quel punto di vista allora sto invecchiando molto meno 🙂

            Mi piace

              1. Sì, infatti, credo fermamente che esistano (in effetti sono quelli che io chiamo Maestri, appunto) e anche quelli che stanno morendo (alcuni dei miei sono morti quando ancora ero davvero molto giovane anche anagraficamente), sono ancora molto, molto vivi dentro di me. Certo molte figure che “erano presenti” in qualche modo negli anni della formazione, stanno morendo, questo sì, e ci sono momenti in cui la sento molto questa cosa.

                Mi piace

  1. E’ da parecchio tempo che guardandomi allo specchio ho visto riflesso il volto di mia nonna.
    Secondo me si incomincia ad invecchiare quando non ci si sente più immortali, quando ci si gira troppo spesso a guardare il nostro passato, quando perdiamo i punti di riferimento che avevamo e quando non riusciamo più ad accettare i cambiamenti.

    Mi piace

  2. capisco l’accezione con cui utilizzi la parola “eroi” ma io penso che sia ancora più semplice :
    capisci che stai diventando vecchio quando, ad uno ad uno, vengono a mancare vicini e conoscenti appartenenti alla generazione precedente alla tua …
    a me succede qui nel mio cortile e quelli limitrofi … quando se ne sono andati tutti cominci a pensare … ora tocca a me … 😉
    ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...