Mi sono dedicato, in apertura a questo post, una sua foto del mio animale preferito: il gheppio.

Questa foto, assieme ad altre, che impreziosiscono questo post, le ha fatte il mio amico Maurizio Bacci.

Lui è quello che mi ha insegnato che un capanno sulle rive di uno stagno o nel folto di un bosco toscano accanto ad un microscopico laghetto, è un portale che si apre su un universo parallelo, sul paradiso terrestre.

Maurizio mi ha insegnato che il potere guardare gli animali selvativi nel loro ambiente naturale è un privilegio impagabile. Nnn gli sarò mai abbastanza grato per questo e per le tante altre meraviglie che ho scoperto attraverso lui.

Maurizio è anche un fotografo fenomenale e come me un grande amante dell’acqua in tutte le sue forme.

Fra pochi giorni, il meglio di quarantanni della sua fotografia sarà in mostra a Grosseto.

Io, con mio grande rammarico non potrò esserci, ma chi può deve andarci assolutamente. Mi consolo pensando che stiamo già pensando ad organizzare una replica in Sicilia.

M(‘)appare Maurizio Bacci: 40 anni fotografando ambiente e territorio

L’autore, nato a Castelnuovo Val di Cecina e cresciuto nell’hinterland del sud-est milanese, inizia le sue esperienze fotografiche a metà anni ‘70, seguendo un filone naturalistico. Rientra in Toscana verso la fine degli anni ‘80 con un titolo di ingegnere ambientale (e con la peculiarità di essere il primo in Italia a laurearsi in questa disciplina) e si stabilisce in Val di Pesa.
Da qui avvia la sua carriera di tecnico, che lo porta a viaggiare per località d’Italia ed Europa sempre con la reflex al seguito. Quando non è al lavoro, si dedica a trekking, viaggi nelle ferrovie secondarie e in bici: tutte forme di turismo sostenibile che nel viaggiare lento lo portano a osservare il territorio che lo circonda e catturarne paesaggi e dettagli. Negli anni ha tenuto varie mostre e curato articoli di riviste e libri, sia tecnici che divulgativi. Il suo progetto più recente è la “Sinfonia in Acqua”, in cui immagine, scienza, musica e poesia si fondono in una rappresentazione inedita del ciclo dell’acqua.

evento-bacci

La serata è organizzata in collaborazione con pibinko.org

INGRESSO GRATUITO presso la sede RAF a Grosseto, centro commerciale di Gorarella, Lunedì 19 Dicembre 2016, ore 21.00

Annunci

9 pensieri su “Contemplare attraverso un’obiettivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...