Anche questa una poesia antica. Di cui non ricordo nulla. Potrebbe anche averla scritta un altro. Chissà cosa pensavo in quel momento, cosa animava tanta sofferenza, ma al tempo stesso tanta speranza.

Ve la consegno. 

Verrà, forse, un giorno

Verrà, forse, un giorno,

Il tempo dell’assoluta comprensione.

Fino a quel momento

Continueremo a costruire sull’altrui dolore,

A disperdere e mortificare

Il senso delle parole,

A condurre vita da animali,

A baciare statue,

A tapparci gli occhi

Affinché il cuore non veda.

Annunci

6 pensieri su “Verrà, forse, un giorno

  1. Io ci vedo sempre la sofferenza per tutto quello che l’uomo fa alla natura e agli altri uomini, e la speranza che un giorno si riesca a costruire una maggiore armonia, quella speranza che mi pare sia il fondamento delle tue attività anche attuali. Ma forse sono io che la leggo alla luce di quello che scrivi “adesso” 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Non so assolutamente (neanche una vaga ipotesi) cosa ci sia “dopo”
    ma per la stragrande maggioranza degli uomini penso che il giorno della comprensione
    coincida con quello della loro morte (ma, appunto, dipende dal “dopo” 😉 )
    troppo impegnati od obnubilati per poterlo fare “prima” …
    certo che con qualche aiutino la speranza che ci riescano “prima” la coltiviamo …
    (ma in realtà senza troppe aspettative 😉 )

    ciao 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...