I tributi che bisogna pagare per avere accesso al Mondo Selvaggio sono piccoli.

Lavarsi con l’acqua che si ha a disposizione in quel momento, qualunque sia la sua temperatura.

Togliersi le scarpe per affrontare un tratto di strada a piedi scalzi, qualunque sia il materiale di cui quella strada è fatta.

Nutrirsi di qualche cosa che la Terra ci offre naturalmente, senza che questa sia stata coltivata da nessuno che non sia il nostro pianeta stesso.

Passare ogni tanto una notte sotto le stelle, senza frapporre tra noi e la volta celeste alcun tipo di protezione.

Ognuna di queste azioni è un portale che ci immette direttamente nella dimensione antica e nuova nella quale ci è dato  di incontrare il Mondo Selvaggio.

E ne vale sempre la pena.

Annunci

9 pensieri su “Pedaggio

  1. ogni sera, ci provo e per ora ci riesco, cerco il luogo, il tempo, dove sentire le stelle, il buio Spazio luminoso, il qui e l’altrove, accordarsi, e anche se lì non ci passo la notte, si ripete quel miracolare semplice e stupendo della vita a nudo, come dico io, e sto bene, posso andare a letto con un senso che non mi serve spiegare, e con tutto il necessario perché respiri il cuore in tutti i rivi

    grazie sempre di questi tuoi articoli

    commento raro e forse ci sono andata un po’ di getto, ma ci sta

    Mi piace

  2. Lavarsi con l’acqua che si ha a disposizione in quel momento, qualunque sia la sua temperatura, io e mio marito l’abbiamo fatto, in uno dei nostri viaggi “selvaggi”; togliersi le scarpe per affrontare un tratto di strada a piedi scalzi, qualunque sia il materiale di cui quella strada è fatta, io lo faccio a volte, spesso su un terreno pietroso non troppo facile, è una mia scelta da qualche anno; nutrirsi di qualche cosa che la Terra ci offre naturalmente, senza che questa sia stata coltivata da nessuno che non sia il nostro pianeta stesso, le mie mele, i fichi e le ciliege vanno bene? Alberi che ho trovato nel terreno che ho comprato con il rudere che oggi è la mia casa; passare ogni tanto una notte sotto le stelle, senza frapporre tra noi e la volta celeste alcun tipo di protezione, se hai letto qualche mio post saprai che è un’abitudine che ho, soprattutto nelle mie notti insonni, mi rilassa, mi fa respirare l’Universo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...