Una visione. In un tempo che a me sembrò lunghissimo nel quale fu impossibile percorrere i sentieri. Una montagna di fronte che mi chiamava e io che non potevo rispondere al suo richiamo.

Un’ascesa, un sentiero, i miei argomenti, le poche cose che mi sembra di avere capito di questa vita.

Andrei su ogni giorno

Lasciando alle falde la stanchezza,

Sul costone il pianto e l’urbana disperazione,

Il sudore sul sentiero.

E sulla portella mi coglierà il vento e la verde speranza,

Tra gli ultimi alberi giungerà improvviso il senso del vero,

E sulla cima, fra le rocce,

Ascolterò il sibilante volo del falco

E il suono flebile che fa’ il pianto del mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...