Miei Adorati la sesta giornata del nostro oramai irrinunciabile “Parla Londra” ha prodotto risultati esaltanti.

Evidentemente il “compito assegnato” era molto stimolante e come potrebbe essere altrimenti visto che il soggetto era quel grande personaggio di vostro cugino/fratello Cesarino?

Io devo dire che per questa volta davvero non riesco a scegliere quale delle tre poesie che avete prodotto sia la migliore e quindi assegno a tutti 3 punti che lasciano la classifica inalterata (comunque la riporto alla fine del post). Ognuna descrive aspetti diversi del “Cesarino pensiero”, a secondo da quale punto di vista Cesarino si vive e si subisce (per esempio la poesia del fratello testimonia di una più lunga convivenza con il protagonista rispetto ai cugini).

Di seguito invece trovate le tre poesie che offro al giudizio di tutti i lettori…a me sono piaciute moltissimo.

Poesia di Zaccheo

Chi è? E’ Cesarino

Bello e non brutto

intelligente e non cretino

Per rovinarmi la giornata fa di tutto.

 

Dovrebbe essere in carcere

Nelle migliori celle

Ma poi chi lo fa rinascere

la sedicesima lettera dell’alfabeto non è erre ma elle.

 

Lui mi vuole fare a pezzi

Insieme al suo amico Ale

Vuole distruggere anche “pezzi pezzi”

Le vuole fare molto male.

 

Si muove come una saetta

Però è piccolino

Con il ciuccio e la pezzetta

Non c’è dubbio è Cesarino.

 

Poesia di Ettore

E’ un bimbo divertente

Quando parla, ride e gioca

A suo padre non lo sente,

E neanche alla Zia Coca.

 

Con Ettore gli piace giocare,

Anche con Cici e con Zazù

Di coccole lo vorrei strapazzare

E poi non lo so più.

 

Poesia di Ceccilia

Cesare è un bambino
che ama le parole inventare
e ammettiamo è il più carino
e ama l’ attenzione attirare.
Con la pistola di morimento ti vuole ammazzare
con un bacio soffiolino baciarti
è un bambino da amare
anche se non ama obbedirti.
Ama i piggi pigiare
e fuggire
il suo giardino curare
e poi venire.
Lui è da poco il non più piccolino
dalla gente si fa amare
lui è il mio Cesarino
con le parole da inventare.
Se grida al ciel ramarro
con tono imponente
nel suo dir non vi è sgarro
è in bimbo impertinente.

Ed ecco i risultati della sesta giornata:

Zaccheo 15
Ettore 14
Cecilia 14

State connessi che fra poche ore vi lancio la prossima sfida.

Annunci

5 pensieri su “Parla Londra: risultati della sesta giornata

  1. Zio Fa, tra le due poesie avversarie, la più bella, per me, è quella di Zaccheo. La frase che preferisco è quella in cui dice che ” farebbe di tutto per rovinargli la giornata”.
    Grazie zio Fa per questi indovinelli che ci fai.
    Ettore

    Mi piace

    1. Grazie a te Bambolo del mio cuore per tutta la passione che ci metti in questo gioco. La tua poesia secondo me era bellissima e la parte che mi è piaciuta di più è stata quella finale in cui scrivi che non sai più cosa dire.

      Mi piace

  2. mi piace leggere anche quello che scrivono gli altri, se non altro mi piacciono i demolition di tua moglie, in ogni caso… falli più spesso

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...