La prima è una storia molto nota, il seguito forse meno. Contro i simboli e i presidi della vita si accanisce sempre “il Popolo dell’autunno”.

“Luna (sequoia) Redwood Forest, Stafford, California     
In uno dei capitoli della biografia di Luna, una sequoia millenaria della Humboldt County, in California, la vita dell’albero s’intreccia con quella dell’ambientalista Julia Butterfly Hill. Nel 1997, Hill si arrampicò sull’albero, minacciato dalla società di legname Pacific Lumber Company, e rimase fra suoi rami per circa due anni, abitando una piccola tenda su una piattaforma a 50 metri dal suolo. Lassù sopravvisse a acqua e vento, e alle molestie della Pacific Lumber, che alla fine giunse a un accordo per la protezione degli alberi. Nel 2000, l’albero fu vittima di un atto di vandalismo: con una sega elettrica si creò nella sua circonferenza un’incisione di un metro di profondità. Stabilizzato con cavi e fermi in acciaio, l’albero continua a vivere”.

Tratto dall’edizione on line di National Geographic Italia

Annunci

6 pensieri su “Il Popolo dell’autunno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...