Non sono quasi mai in ritardo. Ho pure serie difficoltà a relazionarmi con i ritardatari cronici (uno di questi è il mio migliore amico).

Ma questa volta in ritardo ci sono, di un giorno.

Ieri infatti era il 137esimo anniversario della nascita di Albert Einstein. A quella data però corrisponde anche un’altra ricorrenza davvero singolare: il giorno del Pi greco. Il fatto che il 14.3 (che per gli anglosassoni si scrive 3.14) sia solo l’inizio delle celebrazioni mi giustifica in parte: in fondo non sono in ritardo, arrivo solo dopo il primo giorno di celebrazioni.

E quindi che le celebrazioni abbiano inizio per ricordare un uomo che grazie alle sue capacità visionarie era riuscito a prevedere tanto (onde gravitazionali comprese), un numero grazie al quale riusciamo persino a guidare i rover su Marte o a calcolare la misura dei crateri della nostra Luna e, perché no, anche il mio conterraneo Archimede di Siracusa che, già 2.300 anni fa, un’idea sua e molto precisa del Pi greco era riuscito a farsela. 

Annunci

4 pensieri su “Approssimazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...