Il bello di questa storia de “l’intelligenza collettiva” è che uno fa girare un suo pensiero in rete e magari questo non serve a migliorare nessuno, ma sicuramente chi lo ha fatto girare qualche cosa impara.

E’ questo il mio caso. Ieri ho scritto un post dal titolo “Terra…Terra!“. Il mio amico Vincenzo Lima ne ha condiviso un estratto sulla sua pagina di facebook (a beneficio soprattutto dei suoi alunni con i quali intende aprire una discussione in merito). Altre persone lo hanno letto e in particolare una (che non conosco) ha fatto riferimento a qualche cosa per me completamente sconosciuta: le Georgia Guidestones.

Ho preso un po’ di informazioni. Cosa sono? Alla fine degli anni 70 un qualche buontempone negli Stati Uniti si è preso la briga di erigere una specie di Stonehenge in salsa “stelle e strisce”. Ci è andato giù pesante con allusioni rosacrociane, esoterismi di vario genere e via dicendo. E al solito tutta una serie di “pescioloni” che nuotano nel mare del “misterioso/miracoloso/satanico” hanno abboccato alla grande cominciando a parlare di teoria complottistica per istituire un nuovo ordine mondiale, comandamenti dell’anti cristo, sette sataniche.

Fuori dalle questioni relative ad allineamenti cosmici, spinotti energetici piantati sulla superficie del pianeta ed altre scempiaggini del genere, cosa c’è scritto su ste pietre? Riporto di seguito (tradotto in italiano):

Mantieni l’Umanità sotto 500.000.000 in perenne equilibrio con la natura.
Guida saggiamente la riproduzione, migliorando salute e diversità.
Unisci l’Umanità con una nuova lingua viva.
Domina passione, fede, tradizione e tutte le cose con la sobria ragione.
Proteggi popoli e nazioni con giuste leggi e tribunali imparziali.
Lascia che tutte le nazioni si governino internamente, e risolvi le dispute esterne in un tribunale mondiale.
Evita leggi poco importanti e funzionari inutili.
Bilancia i diritti personali con i doveri sociali.
Apprezza verità, bellezza e amore, ricercando l’armonia con l’infinito.
Non essere un cancro sulla terra, lascia spazio alla natura, lascia spazio alla natura.

Vi sembrano questi comandamenti satanici? Io lo so che sono un “rasoista” convinto (il neologismo fa riferimento ad Occam), lo so che già mi sono dichiarato nel momento in cui ho scritto su questo post che uno dei miei libri preferiti e il Pendolo di Foucault, fatto sta che a me tutte ste storie di complottistica esoterica mi rompono un po’ le scatole. Ma ciò che maggiormente mi disturba è vedere la facilità con la quale alcune persone (equamente distribuite fra i fanatici niuegisti e quelli religiosi…chi non riesce a cogliere la differenza sappia che ha tutta la mia stima) per provare a dare un senso alle cose utilizza sistemi di pensiero impropri.

Cercare in queste frasi infatti ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, o peggio, ciò che è buono e ciò che è cattivo equivale a pensare che la natura funzioni secondo criteri che non le appartengono mentre, come dice Robert Green Ingersol: “in natura non ci sono né ricompense né punizioni: ci sono solo conseguenze“. 

Ciò detto, levando di mezzo un paio di queste frasi che derubricherei a “puro folklore panteistico” e una serie di altre che rientrano nell’ambito del buon senso puro, la totalità di quello che resta credo che potrebbe andare sotto la dicitura: “Manuale d’uso per un pianeta che, se lo si considera in relazione al sistema solare al quale appartiene e alla specie vorace che lo abita, è praticamente un sistema chiuso“.

E quindi per tornare a quello che ho già scritto ieri vorrei proporre (rubo il lavoro al mio amico Vincenzo) un compito (uno per ciascuno) alle due categorie di persone che da anni si accapigliano su queste questioni:

Compito per i Niuegisti: “come intendiamo riportare la popolazione mondiale entro limiti accettabili per gli equilibri planetari? O anche solo mantenere l’attuale a questo livello? Con quali forme di governo? Oppure lasciamo che le cose vadano da se e a pensarci saranno carestie, epidemie e guerre e su quello che c’è da fare se la discutono i sopravvissuti?“.

Compito per i Cristiani: “visto che questa cosa del controllo delle nascite proprio non passa come pensate di risolvere il problema di un mondo le cui risorse si stanno rapidamente esaurendo?“.

Per questi ultimi mi permetto un suggerimento: io credo (e vi assicuro che non c’è nemmeno un pelino di ironia nelle mie parole) che dovreste fare forti pressioni sul Vaticano affinché consideri molto seriamente la possibilità di investire una grossa fetta delle proprie risorse per finanziare attività e ricerche in ambito aerospaziale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...