Sono già passati diciassette anni da quando Fabrizio De Andrè ci ha lasciati. Diciassette anni senza una sua parola nuova. Abbiamo perso tanto.

Probabilmente sarebbe bene celebrare solo la nascita di persone che, senza che tu le conosca, finiscono per costituire un punto di riferimento così importante nella tua vita. Io oggi comunque celebro.

Fra tutte le canzoni che avrei potuto scegliere ho deciso di inserirne in questo post una che amo profondamente, che costituisce per me uno stupendo inno di pace e tolleranza e che, nell’interpretazione di Fiorella Mannoia, in un determinato passaggio, ha prodotto, contemporaneamente, in me e in mia moglie un bel pianto accorato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...